Archivio di aprile 2008

Dichiarazione di voto

domenica, 13 aprile 2008

Tra circa un’ora mi recherò al seggio, accompagnando anche mia zia, e farò il mio dovere di cittadino.

Il voto utile

martedì, 8 aprile 2008

In questi ultimi giorni di campagna elettorale, nella blogosfera che seguo, mi è capitato di leggere vari post su come converrebbe votare per “dare fastidio” ad un partito o “aiutare” l’altro per il Senato.

Secondo questa logica sono abbastanza d’accordo con il contenuto dei post, però secondo me c’è un problema di fondo: se io volessi dare un voto utile, come faccio a sapere in quanti lo hanno già fatto?
Chiarisco con un esempio: siccome in Emilia-Romagna il PD ha un’alta percentuale, il voto utile consisterebbe nel votare SA per togliere seggi al PdL.
D’accordo, ma quando io mi reco al seggio, dovrei farmi degli exit-poll personali per sapere quelli appena usciti chi hanno votato e poi fare un’indagine anche tra quelli in coda. Se tutti (o troppi) elettori del PD danno il voto utile, c’è il rischio di ottenere l’effetto contrario.

Ricordate le partenze intelligenti per le vacanze? Una volta ho visto una vignetta in cui veniva mostrato un gran ingorgo notturno ad un casello e la didascalia diceva che come il protagonista, anche altri milioni di italiani avevano scelto la partenza intelligente.

Io sono dell’opinione che l’unico voto utile è scegliere un partito e votare per quello, cosa importa all’elettore dell’UDC di togliere un seggio al PdL quando comunque non ha un proprio rappresentante in Parlamento?
E comunque, come dice .mau., con questa legge elettorale, l’unico voto utile è non votare e continuare a farlo finché non ci ridanno la possibilità di esprimere la preferenza.

È uno (s)porco lavoro

domenica, 6 aprile 2008

Indubbiamente ci sono dei lavori che sono meglio di altri.

Quanto si prende per massaggiare il sedere di una modella?
A chi si deve mandare il curriculum?

Siamo finiti in una puntata dei Simpson

giovedì, 3 aprile 2008

In questo momento non trovo il link, ma mi pare di ricordare che tra i manifesti elettorali taroccati ce n’era uno di un fotomontaggio tra Veltroni e Berlusconi ed era venuta fuori una "cosa" che assomigliava a Cecchi Paone.

Quello pubblicato da Newsweek invece a me sembra che assomigli a Tremonti.

Stai a vedere che dopo le elezioni i due candidati premier si tolgono la machera, come in una puntata dei Simpson e ci tocca essere governati da Cecchi Paone o Tremonti.

Ritirare le banconote entro 30 secondi

mercoledì, 2 aprile 2008

Quando devo "andare a fare bancomat" seguo un rito tutto mio. Mentre mi avvicino, se non c’è nessuno, prendo il portafoglio dalla tasca, estraggo il bancomat e appena sono davanti, inserisco la tessera.
Il portafoglio lo tengo in mano e con il pollice faccio in modo che la feritoia apposita (a proposito come si chiama?) dove si mettono le varie tessere di blockbuster, schede fedeltà, tessera sanitaria, codice fiscale, etc. non si richiuda.
Eh si, perché dopo aver digitato il codice segreto e l’importo, comincia la gara a tempo: ritirare la tessera entro 30 secondi, poi, quando l’hai presa, ritirare le banconote entro trenta secondi.
Ed ecco che l’idea del pollice si rende efficace, perché se mi dimentico, poi per la fretta, non riesco mai a rimettere a posto il bancomat velocemente, non vorrete mica che la macchina si rimangi i miei soldi!

Beh, sembra che in realtà i soldi rimangano lì, in attesa.
(via Farfi)

Roma vs Manchester United

martedì, 1 aprile 2008

Considerato che la Rai trasmette solo la partita del mercoledì e che la tv Sky-munita è monopolizzata dal parentame, ne approfitto per provare Windows Live Writer mentre mi guardo la Roma su una p2pTV.

Primo tempo
Secondo me uno tra Aquilani, De Rossi e Pizarro è di troppo, io avrei fatto giocare Giuly al posto di uno dei tre, ma l’allenatore è Spalletti e così ha deciso.
La partita comunque è molto equilibrata, ma con un po’ di precisione in più al momento del tiro la Roma sarebbe potuta passare in vantaggio, anche se Ferdinand al momento mi pare difficile da superare.
Cristiano Ronaldo fino al gol aveva combinato poco ed era molto polemico su ogni fischio dell’arbitro, ma Scholes poco dopo un errore che poteva costare caro, ha messo la palla in area e il portoghese ci si è fiondato anticipando un Cassetti forse un po’ in ritardo.
Nel secondo tempo mi aspetto un cambio lì in mezzo nella Roma, vedremo.

A dopo per il secondo tempo, ci vuole almeno un gol.

Secondo tempo
Nessun cambio, la Roma però è ripartita bene e ha alzato il ritmo per cercare il pareggio, ma tutto quello che è riuscita ad ottenere sono solo corner.
Il Manchester è ripartito in contropiede, ha trovato il secondo gol con Rooney, su errore di Doni e ha rischiato di farne altri due: un tiro di Cristiano Ronaldo sul palo esterno e una palla invitante tirata alta da Hargreaves lasciato libero al limite dell’area.
La Roma ci ha provato ancora, ma senza mai essere pericolosa per Van der Sar.

A Manchester servirà un’impresa.